Dal 2004 specialista nella vendita di batterie e accessori Italia

Niente backup gratuito delle immagini in qualità originale in Google Foto per i nuovi Pixel 4

Google ha da poco concluso la presentazione ufficiale dei nuovi Pixel anche se, visti l’immane flusso di leak dei mesi scorsi, non c’era davvero qualcosa che non avessimo già visto o che non sapessimo già. Se il lancio non ha riservato sorprese una grande piccola novità del tutto inattesa però c’è stata: i nuovi smartphone “made by Google” non avranno il backup su Google Foto delle foto e dei video in risoluzione originaria.

Il servizio è stato un marchio di fabbrica, per così dire, su tutti i dispositivi di Mountain View sin dal lancio del primissimo Pixel. In effetti si potrebbe ribattere che già gli ultimi Pixel 3a e 3a XL erano stati esclusi, ma in fondo si trattava di modelli “economici”, questa volta invece tocca agli ultimi top di gamma – proposti a prezzi decisamente diversi.

Una gran parte della pagina ufficiale sullo store di Google è dedicata alla qualità fotografica dei nuovi Pixel, ma i più attenti possono notare sin da subito che si parla di “spazio di archiviazione illimitato in alta qualità” e le note in piccolo specificano che “Le foto e i video caricati in alta qualità possono essere compressi o ridimensionati“. Insomma se volete un backup alla massima risoluzione l’unica opzione rimane acquistare un piano Google One.

Guarda Tutto>>

GeForce GTX 1660 SUPER: confermati 6GB di memoria GDDR6, prezzi sopra i 250 euro

NVIDIA è pronta a presentare la scheda grafica GeForce GTX 1660 SUPER, un nuovo modello di fascia media basato su GPU con architettura Turing che dovrebbe debuttare la prossima settimana. Dopo le consistenti informazioni trapelate nelle scorse settimane | Radeon RX 5500 XT e GeForce GTX 1660/1650 SUPER vicine al lancio | a confermare definitivamente l'arrivo della nuova GeForce è il rivenditore LamdaTek che aggiunge a listino la MSI GTX 1660 SUPER VENTUS XS OC e la INNO3D GeForce GTX 1660 Super TWIN X2, prezzate rispettivamente a 304,39 Euro e 267,69 Euro (mancano purtroppo immagini).

Le specifiche tecniche, confermate (forse involontariamente) dal produttore cinese Maxsun (foto sopra) sono quelle emerse nei giorni scorsi e quindi molto simili a quelle dell'attuale GTX 1660 non SUPER: GPU da 1408 Cuda Core, 6GB GDDR6 da 14 Gbps su bus a 192 bit e frequenze GPU che vanno da 1530 MHz (base clock) a 1735 MHz (boost clock). Il TDP di questa scheda dovrebbe rimanere impostato a 120W così come la GeForce GTX 1660 8GB GDDR5.

Ulteriori conferme sull'imminente arrivo della GeForce GTX 1660 SUPER arrivano inoltre dai colleghi di videocardz che hanno svelato le prime immagini della EVGA GTX 1660 SUPER SC Ultra (foto sopra) e della serie PNY GTX 1660 SUPER, quest'ultima corredata di tabella tecnica completa che non lascia più spazio a dubbi.

Guarda Tutto>>

Windows Phone 8.1 atto finale: dal 16 Dicembre verrà chiuso lo Store

Sta per arrivare la fine (quasi) definitiva per molti Lumia, gli smartphone di Microsoft basati su sistema operativo Windows Phone 8.1. La società di Redmond, infatti, ha annunciato che dal prossimo 16 Dicembre 2019 verrà chiuso il Windows Phone 8.1 Store, atto finale del processo di supporto a questo sistema operativo terminato l'11 Luglio del 2017.

Gli smartphone Lumia che utilizzano Windows Phone 8.1 continueranno comunque a funzionare limitatamente con le app installate che comunque non verranno più aggiornate e non potranno essere eventualmente reinstallate. Prima della chiusura sarebbe opportuno scaricarsi tutte le app di cui si ha bisogno.

La difficoltà maggiore si potrebbe verificare in caso di ripristino dello smartphone dato che non sarà più possibile ripristinare le applicazioni. Alcuni modelli di Lumia, ricordiamo, possono essere aggiornati a Windows 10 Mobile che comunque non sarà più supportato entro la fine del 2019 sebbene lo Store rimarrà ancora attivo. La lista dei Lumia aggiornabili a Windows 10 Mobile è disponibile nel link in fonte.

Guarda Tutto>>

Apple rilascia ufficialmente iOS 13.1.3 e iPadOS 13.1.3

Appòle ha rilasciato da pochi minuti iOS 13.1.3 e iPadOS 13.1.3 risolvendo alcuni piccoli bug e migliorando le prestazioni generali.

Procede spedito il processo di perfezionamento di iOS 13 dopo una fase di rilascio non certamente esente da piccoli problemi. Da pochi minuti Apple ha rilasciato la versione 13.1.3 sia per iOS che per iPadOS.

Con questo nuovo minor update Apple ha sostanzialmente introdotto una serie di bugfix per sistemare ulteriormente il proprio sistema operativo, risolvendo alcune problematiche minori riscontrate con la precedente versione. Nel dettaglio ecco il changelog completo di tutte le novità introdotte da Apple:

Risoluzione di un problema che impediva di aprire gli inviti alle riunioni nell’app Mail.

Risoluzione di un problema che poteva impedire ad un dispositivo di suonare o vibrare con una chiamata in entrata

Risoluzione di un problema per cui i dati dell’app Salute potevano non venire visualizzati correttamente in seguito al passaggio all’ora legale.

Risoluzione di un problema che poteva impedire il download delle registrazioni di Memo Vocali in seguito al ripristino da un backup di iCloud.

Risoluzione di un problema che poteva impedire il download delle app quando veniva effettuato il ripristino da un backup di iCloud.

Risoluzione di un problema che poteva impedire l’abbinamento di Apple Watch

Risoluzione di un problema che poteva impedire la ricezione delle notifiche su Apple Watch

Risoluzione di un problema per cui il Bluetooth poteva disconnettersi da alcuni veicoli.

Miglioramento dell’affidabilità della connessione di apparecchi acustici e auricolari Bluetooth.

Risoluzione di un problema riguardante le prestazioni all’avvio delle app che utilizzano Game Center.

Ovviamente, data la natura dell’aggiornamento, vi suggeriamo di procedere al fine di migliorare la stabilità del software del vostro dispositivo e risolvere le piccole criticità di percorso rimaste dopo l’aggiornamento ad iOS 13. Per scaricare l’aggiornamento dovrete come sempre accedere all’app Impostazioni, recarvi poi in Generali e successivamente nel sottomenù Aggiornamento Software.

Guarda Tutto>>

Lasciate perdere i Pixel 4: abbiamo foto e specifiche di Motorola Moto G8 Plus

Sebbene questa sia la giornata dei Pixel 4, le voci riguardo altri modelli non si sono presi una pausa: il famosissimo Roland Quandt, in collaborazione con Winfuture, ha mostrato al mondo intero i render estratti da materiale pubblicitario di Moto G8 Plus (XT2019) e, nel caso foste curiosi, anche una bella lista di specifiche tecniche.

Caratteristiche tecniche Motorola Moto G8 Plus

Schermo: 6,3″ Full HD+ (2.280 x 1.080 pixel) IPS

CPU: Qualcomm Snapdragon 665 (Kryo 260 a 2,0 GHz)

RAM: 4 GB

Memoria interna: 64/128 GB espandibili tramite microSD

Fotocamere posteriori: 48 MP + 16 MP (grandangolare da 117°) + 5 MP (sensore di profondità), laser autofocus

Fotocamera frontale: 25 MP

Connettività: Dual SIM, Bluetooth 5.0, Wi-Fi dual band, NFC (dipende dalla regione)

Porte: USB-C, jack audio

Batteria: 4.000 mAh con Turbo Charge

OS: Android 9.0

Dimensioni: spessore di 9,1 mm

Peso: 188 g

Altro: due colorazioni (Blue e Red)

Quindi, sì: sebbene il modulo fotografico posteriore possa trarre in inganno, troviamo solo 3 sensori, e non 4. Fortunatamente i tre sensori presenti dovrebbero permettere una grande flessibilità di utilizzo. Molto interessante la batteria e la presenza (non scontata) del jack audio.

Anche se si tratta solamente di voci, la fonte è sicuramente solida e raramente ha sbagliato. Moto G8 Plus sarà presentato ad un evento in Brasile il prossimo 24 ottobre. Arriverà anche in Europa, ma non ne conosciamo il prezzo.

Guarda Tutto>>